CACCIA CR1

PER LE CARATTERISTICHE TECNICHE CLICCA QUI

 

Come funzionava un aereo, pochi o forse nessuno dei ragazzi che frequentano l’istituto scolastico superiore Celestino Rosatelli lo sapevano. Come si potesse costruire un caccia dell’aviazione militare italiana degli anni Venti, dalla progettazione alla messa su pista… Beh, neppure a pensarci. Eppure, basta entrare un pomeriggio qualsiasi all’interno della scuola per capire che gli interrogativi che avevano un perché appena un anno fa, ora sembrano lontani anni luce.

 

 

Svaniti dietro il lavorio costante e scrupoloso di 33 ragazzi che, dalla progettazione al computer all’assemblaggio delle parti in legno, prodotte tutte in proprio, stanno dando corpo a un’idea meravigliosa e sostanza a un progetto scolastico unico e senza precedenti: creare una vera e propria azienda – aeronautica nel caso – in grado di ricostruire il caccia CR1 e metterlo su pista, perfettamente funzionante, con tanto di certificazione di qualità e autorizzazione per il volo. Sì, avete letto bene.

 

 

E’ tutto vero e tutto lo si sta realizzando nelle aule del Rosatelli, dove scuola e lavoro si sovrappongono in simbiosi perfetta, permettendo agli studenti (senza distinzioni di età e indirizzo di studi) che hanno aderito al progetto di acquisire conoscenze che neppure dieci anni di studi potrebbero dargli e ottenere, oltre al diploma finale, un attestato della scuola che potrà essere allegato al curriculum da presentare una volta che si busserà alle porte di un’azienda per un posto di lavoro.